EVENTO

SEMINARIO

Nuove frontiere dell’astrofisica X e gamma per H.E.R.M.E.S.

Daniela Cirrincione

Dottorato di Ricerca Informatica e Scienze Matematiche e Fisiche

Abstract
L'astrofisica pone sempre nuove sfide e per poterle affrontare nel modo migliore sono necessari strumenti sempre nuovi e avanzati. A Udine stiamo sviluppando e testando un tipo di rivelatori che hanno riscosso ottimi risultati dal punto di vista delle prestazioni che saranno utilizzati per alcune applicazioni nello spazio. Tra gli esperimenti che propongono l'uso di questi sensori vi è proprio un progetto dedicato all'astrofisica X e gamma. Si tratta del progetto H.E.R.M.E.S. (High Energy Rapid Modular Ensemble of Satellites), che ci coinvolge, per la progettazione e la realizzazione di un pathfinder tecnologico composto da una costellazione di nanosatelliti che verranno lanciati a partire dal 2020. H.E.R.M.E.S. ha l'obiettivo di osservare il cielo X e gamma impiegando uno sciame di nanosatelliti capaci di buona risoluzione temporale e in particolare di far luce in modo più dettagliato sui fenomeni legati ai Gamma Ray Burst.